Davide Nido
E' è nato a Senago (MI) nel 1966. Vive e lavora a Milano. Dopo il diploma all’Istituto statale d’Arte di Monza, nel 1986 si è iscritto alla Facoltà di Architettura che ha abbandonato l’anno seguente per seguire la sua autentica vocazione artistica. Contemporaneamente, a partire dal 1986, ha dovuto affrontare molte cure per il morbo di Hodking e, sino al 1998, è stato sottoposto a numerose operazioni. Nel frattempo la sua vita si è arricchita di importanti incontri d’arte e amicizia: nel 1987 Aldo Mondino lo ha invitato a diventare suo assistente e, su suo consiglio, Nido ha deciso di iscriversi all’Accademia di Brera, al corso di Pittura di Luciano Fabro; qui ha incontrato Federico Guida e Dany Vescovi, da allora amici inseparabili. Nel 1989, tramite Mondino, Nido ha conosciuto l’artista Paul Renner, grazie al quale sono nati molti progetti artistici, soprattutto in Austria. Nel 1992 Nido si è diplomato all’Accademia e ha concluso la sua collaborazione con Mondino. Lo stesso anno, su invito dello stesso Mondino, ha partecipato al Premio internazionale d’arte contemporanea a Serre di Rapolano (Si) dove ha rice- vuto il primo premio (il premio menzione è stato assegnato ad un allora sconosciuto Maurizio Cattelan). Iniziando un percorso che formalmente si distacca dagli insegnamenti ricevuti, nei suoi primi anni di attività elabora quadri e sculture che hanno evidenti affinità con il mondo naturale. Tra le sue opere sono grandi nidi realizzati con materiali plastici, come tubi di gomma, e gigantesche ragnatele con materiali sintetici, come nylon e bostik. La produzione attuale di Nido propone complessi reticoli, fitte trame, labirinti o ragnatele di plastica, simili a microstrutture cellulari, ottenuti da un complesso gioco di incastri attraverso l’uso della colla a caldo sulla tela. Grazie a questo concorso Nido è entrato in contatto con Luciano Pistoi, che lo ha invitato a partecipare a una mostra nel Castello di Volpaia. È l’anno della svolta artistica. Da quel momento gli eventi si sono susseguiti velocemente e lo hanno portato ad esporre in molti spazi pubblici. Allo stesso tempo Nido ha intrapreso la carriera di docente: nel 1997 ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Napoli (con l’amico Marco Cingolani e con Dimitri Kozaris); nel 1999 si è trasferito a Brera. E' mancato il 28 ottobre 2014 all'eta di 48 anni.