Andrea Francolino
Nasce a Bari nel 1979, dal 2008 vive e lavora a Milano. Francolino nelle sue opere sceglie di trasformare le celebrità della storia di ieri e di oggi in «testimonial», mettendoli sulla confezione di prodotti da ipermercato che compriamo e altrettanto superficialmente buttiamo via. Egli usa questa combinazione inviando messaggi forti, concetti a volte sgraditi , ma che non possono che raggiungere la loro destinazione grazie alla potenza comunicativa dell'arte. Pittura, fotografia, scultura e arte digitale, queste sono le tecniche utilizzate per testimoniare la sua arte consumista e consumata. Andrea Francolino ha realizzato diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero tra le quali vale la pena di ricordare: nel 2008 San Fedele premio della critica “Arte e potere ”, Milano - Fabbrica EOS “DIXART”, Milano; nel 2009 Bourse du Commerce Perelà Gallery “Cutlog”, Parigi - Colossi Art Gallery “Luna e L’altra” - Bar Jamaica “Fino ad Esaurimento scorte” , Milano - Anna Breda Art Gallery “Art Distribution”, Padova ;nel 2010 Museo di storia Naturale “Bird House”, Milano - Palazzo Ducale “Terzo Rinascimento”, Urbino - Villa Ponti “Marilyn L’arte della bellezza”, Arona - Spazio Oberdan “Pensiero Fluido”, Milano - Museo della Permanente – Ceres4Art, Milano - Gestalt Gallery “Reality Pop”, Pietrasanta - Galerie 208 Art conçu & Art consommé , Parigi - PARIGI Show Off Paris “project space”, Parigi - Galerie Le M.A.C., Le Mans; nel 2011 BMB Gallery “Dadaumpop”, Mumbai - Rabindranath Tagore Centre “Dadaumpop”, Kolkata - Italian Cultural Centre “Dadaumpop”, New Delhi - Road to contemporay art, Roma - MACO’ Museo d’arte contemporanea 150, Taranto - Palazzo Guidobono – WASTE, Tortona - Spazio Testoni – DEFAULT, Bologna - 999 Contemporay – Opening season, Roma – POWER, Principato di Monaco - Fabbrica Eos “ Spamming”, Milano; nel 2012 Courtauld Institute of Art - East Wing X -| Material Matters, Londra - Collyer Bristow Gallery – MILAN JAM, Londra - 999 contemporay – Spamming Made in Kyoto, Roma.