Luigi Grosso
nasce a Milano nel 1913, dove ha vissuto e lavorato. Ha frequentato l’Accademia di Brera fino al terzo corso di liceo artistico. 1932: Birolli, Cortese, Grosso, Manzù, Sassu, Tomea, Galleria del Milione, Milano. 1934 Grosso scultore. Manzù scultore. Sassu pittore, Galleria delle Tre Arti, Milano. Nel 1938 è arrestato per la seconda volta dalla squadra politica e viene condannato a cinque anni di confino che sconta a Nocera Inferiore. Nel 1943 torna a Milano e lavora come illustratore e stuccatore. Nel 1949 viene chiamato da Giacomo Manzù come assistente alla cattedra di scultura di Brera, che lascia nel 1955 quando Manzù dà le dimissioni. Dal 1959 in poi espone regolarzmente1959: Mostra Internazionale del piccolo bronzo, Galleria Gian Ferrari, Milano. 1960: Grosso, Di Fidio, Pasetto, Galleria Alberti, Brescia. Prima personale alla Galleria delle Ore, Milano. 1962 XXXI Esposizione Internazionale d’arte, Biennale di Venezia, Venezia. Nove scultori. Broggini, Cherchi, Fabbri, Grosso, Marini, Negri, Ramous, Somaini, Trafeli, Galleria delle Ore, Milano. 1963: La figurazione a Milano dal ’43 al ’63, Galleria Traverso, Milano. XIV mostra d’arte contemporanea, Torre Pelice. Disegni. Birolli, Grosso, Manzù, Sassu, Tomea, Galleria 32, Milano. 1964: Personale alla Galleria dell’Indiano, Firenze. 1964/65: Esecuzione di una scultura di m. 3 x 4 che va in opera sulla piazza di Villa D’Ogna (Bergamo). Scultura europea, Salone dell’Annunciata, Milano. 1966: Personale al Circolo degli artisti di Biella. Personale alla Galleria delle Ore, Milano. 1967: Sculture di Grosso. Pitture di Basaglia, Galleria d’arte il Traghetto, Venezia. 1968: Personale alla Galleria Renzo Botti, Cremona. Mostra del Disegno Contemporaneo. Disegni di scultori italiani, Palazzo Sturm, Bassano del Grappa. La tavolozza figurativa, Palazzo della Permanente, Milano. 1969: Personale alla Galleria delle Ore, Milano. Aspetti della Scultura Italiana. Bodini, Cherchi, Ciminaghi, Fabbri, Greco, Grosso, Minguzzi, Negri, Galleria l’Approdo, Torino. Vince inoltre il concorso per una scultura che va in opera nel settembre 1971 dinanzi al nuovo Palazzo di Giustizia di Como. Dieci Scultori Italiani, Galleria Mercurio, Biella. 1971: XXVII Biennale Nazionale d’arte città di Milano, Palazzo della Permanente, Milano. Personale alla Galleria Mercurio, Biella. 1972: Mostra Itinerante del Bronzetto Italiano, organizzata dalla Quadriennale Romana (Sud America, Giappone, ecc.). 1973: Personale al Centro Steccata, Parma. 1974: XII Quadriennale d’Arte, Torino. 1975: Sculture Estate ’75, Galleria La Promotrice,Torino ed alla Arte Fiera, Bologna. 1976: Personale al Centro Culturale Rizzoli, Milano. Personale al Centro Steccata, Parma. Disegno e della Piccola Scultura, Palazzo della Permanente, Milano Disegni e Sculture di Maestri del ‘900 e Contemporanei, Galleria Mercurio, Biella. 1977: Partecipa alla mostra Danilo Montaldi, Centro Culturale, Città di Cremona Espone alla Arte Fiera, Bologna. 1978: Personale alla Galleria Tino Ghelfi, Vicenza. Biennale di Scultura Nazionale di Arese, terza edizione, Biennale d’Arte Città di La Spezia. 1978: Personale all’Arte Studio, Modena. 1979: Personale alla Galleria L’Indiano, Firenze. XXII Biennale Internazionale del bronzetto e piccola scultura, Palazzo della Ragione, Padova 1980: Biennale di scultura, Arese. 1982: Venticinque anni dopo, Galleria Le Ore, Milano. I Biennale di scultura "Vincenzo Schiavio", Velesio, Como. Generazione anni 10, Biennale Nazionale d’arte contemporanea, Rieti. 1983: Personale alla Galleria Aleph, Milano. 1984: Grosso. Antologica dagli anni Trenta agli Ottanta, Civica Galleria d’Arte Moderna, Gallarate. Personale alla Galleria Mercurio, Biella. 1985: Personale, Galleria delle Ore, Milano 1986: Espone al Banco di Santo Spirito, Milano. 1987: Un critico di "Corrente". Artisti di Sandro Bini, Palazzo Te, Mantova. 1990: Personale alla Galleria il Traghetto, Venezia. 1991: Personale alla galleria NOA, Milano. 1992: E’ invitato insieme ad altri tre scultori italiani alla Mostra Internazionale di Scultura di Osaka. Partecipa alla mostra itinerante Incartamento, organizzato da NOA (Milano, Takefu, Tokio, Osaka, Siracusa). 1997: All’interno della mostra Figurazioni, Palazzo della Permanente, Milano, gli viene dedicato uno spazio particolare di omaggio. 1999: Muore serenamente in agosto