Alberto Biasi
Albero Biasi, maestro italiano dell'op-art, dell'arte cinetica e programmata, é nato a Padova il 2 giugno 1937. Biasi inizia a lavorare come scultore e pittore nel 1959, anno nel quale forma il Gruppo N e collabora alla progettazione di tutte le opere e all'attività artistica del gruppo fino al suo scioglimento. Nel '61 è fra i promotori di "Nuove Tendenze" e nel '62 tra gli iniziatori di "Arte Programmata". Sono di questo periodo le "trame" e i "rilievi ottico-dinamici", le "forme dinamiche", le strutture e fotoriflessioni in movimento, gli ambienti a fotoriflessioni percezione instabile. Dopo lo scioglimento del Gruppo N si riscopre "solista" e inizia una serie di ricerche sulla forma, le spazialità cangianti e sui movimenti armonici realizzando un ciclo consistente di opere dal titolo "politipo". In seguito realizzera' opere strutturate con elementi lamellari in rilievo abbinati ad inserimenti pittorici di forte suggestione formale e cromatica. Oltre a dodici esposizioni di gruppo e settantadue personali, Biasi ha partecipato a circa quattrocento collettive, fra cui le Biennali di Venezia e di San Paolo e le più note Biennali della grafica (Ljubljana, Bradford, San Francisco e Cracovia). Sue opere si trovano alla Galleria Nazionale di Roma, al Museum of Modern Art di New York e nei Musei di Belgrado, Bolzano, Bratislava, Buenos Aires, Ciudad Bolivar, Epinal, Gallarate, Guayaquil, Livorno, Lodz, Ljubljana, Middletown, Padova, Praga, San Francisco, Saint Louis, Teolo, Tokio, Torino, Venezia, Wroclaw, Zagabria ed in numerose collezioni italiane e straniere.