Gianni Cella
Gianni Cella
nasce a Pavia il 4 marzo 1953 e si diploma in pittura all'accademia di Belle Arti di Brera a Milano nel 1983; si definisce un visionario della vita, prolifico, polimorfo e caleidoscopico, che vive in un perenne isolamento adolescenziale. Già noto per il suo lavoro all'interno del gruppo Plumcake dal quale si separa nel febbraio 2000 per intraprendere un percorso individuale, Cella ha alle spalle una lunga e ricchissima ricerca che porta avanti attraverso il linguaggio della scultura. Le sue opere, a metà fra il tragico e il grottesco, mettono in evidenza l'aspetto più irriverente e crudo della realtà, lo stesso che l'industria del divertimento e del consumo di massa si affannano a oscurare. Le sue sculture sono storie visive dalla doppia interpretazione, Cella guarda una società allo sfascio, ormai decrepita, e la ritrae come se facesse una fotografia. La falsità patinata, il degrado spirituale, la pochezza imperante, l'inutilità dei temi esistono nella realtà e l'artista non ha paura di raccontarli, ma stranamente le opere di Cella sono anche ‘esperienze giocose, fatte di colori e forme accattivanti, un modo per unire ironia, riflessione e bellezza. Ha iniziato ad esporre nel 1983 presso la Galleria Diagramma di Milano di Luciano Inga Pin, a cui sono seguite numerose altre personali e collettive (sino al 2000 con il gruppo dei Plumcake). Queste le principali mostre personali: 1984 "Panico, Milano, Musicineteatro Anteo - 1985 "Plumcake - Calmieri", St. Paul de Vence, Galerie Cadxrine Issert - 1988 "Macplas 88", convegno industrialt della Plastica, Dusseldorf, Italian Trade Center - Stoccarda, Galleria Kaess-Weiss - Bruxelles, Centro Beursschoauwburg - Colonia, Gallerie Torch Onrust - 1989 Amsterdam, Torclt Gallery - Groningen, Groninger Museum - 1990 Berne, Galleria Patrik Frohlich - 1992 Milano, Galleria Centro Steccata - Amsterdam, Torch Gallery - 1993 Galleria Patril Frohlich. "Plumcake e Postal - Milano, Italcomici. Knokke-Zoute, Belgium, Gallery Cotthem - 1996 Parma, Galleria Centro Steccata. Pavia, Castello Visconteo. 1997 Frohlich, Zurigo - 1999 Angelo Falzone, Mennheim, Germania - 2000 V.S.V., Torino - 2003 Galleria Angelo Falzone, Mannhein, Germania. 2004 Galleria "Maria Cilena" Milano Produzioni Agrodolci - personale con G. Lamberti - 2005 Studio Vigato – Alessandria Tra le mostre collettive vale la pena di segnalare: 1983 “Bello stabile", Milano, Galleria Diagramma - "Home Sweet Home", Milano, Galleria Diagramma - 1984 "Nuovo Futurismo", Bologna, Arte Fiera. "Nuovo Futurismo", Basilea, Arte Fiera - 1985 "Saluti dall'ltalia", Firenze, Luisa Via Roma. "Nuovo Futurismo", Groningen, Groninger Museum - "Paesaggio e paesaggio", Mantova, Palazzo Ducale. 1986 "Nuovo Futurismo", Zurigo, Galerie Severhie Teucher. "Nuovo Futurismo - Besanaottanta" Milano, Rotonda della Besana - 1988 "Eros e Architettura", Amsterdam, Torch Gallery "Realisme in Zoetermeer", Rotterdam. "Acquisizioni 88", Bologna, Galleria Comunale d'Arte Moderna. 1989 "Singolare/plurale” - "Materialmente. Scultori degli anni `80", Bologna, Galleria Comunale d'Arte Moderna. "Nuevo Futurismo", Madrid, Istituto Italiano di Cultura - "Nuevo Futurismo", Palma de Mallorca, La Misericordia. "Nuovo Futurismo", Zurigo, Galerie am Rindenmarkt 26 - 1990 "Aperto `90", Venezia, XLIV Esposizione Internazionale d'Arte La Biennale di Venezia. "Via col vento, artisti italiani contro l'AIDS", Bologna, Palazzo di Re Enzo - 1991 "Nuovo Futurismo", Parma, Galleria Centro Steccata - "Nuovo Futurismo", Alessandria, Palazzo Guasco - "Nuovo Futurismo", Casale Monferrato, Galleria Rino Costa - 1992 "5 Triennale Fellbach Kleinplastik", Fellbach - "Triennale Piccola Scultura", Duìsburg. "Cocart" - Venezia, Palazzo Fortuny – 1993 "Il consumo disegnato, il disegno consumato", Roma, Palazzo delle Esposizioni. "Swatch Emotion, design Italiano", Parigi, Grand Palais, Seut - 1994 "Nuovo Futurismo", Rovereto, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea - "Nuovo Futurismo", Repubblica di San Marino, Museo d'Arte Contemporanea - 1995 "Art to Swacht", Chicago, The Chicago Athenaeum - 1996 Parma, Galleria Centro Steccata. "Design Europeo", Copenaghen, Louisiana Museum - 1998 "Due o Tre cose che so di loro" - Pac Milano - a cura di M. Menaguzzi - 1999 "Arte in Giro" - Santuario di Oropa a cura di A. Fiz. 2000 "Toy Story" - Museo So Logu di si' scultura, Tortolì - a cura di M. Sciaccaluga. 2001 Galleria Angelo Falzone, Mannhein, Germania - 2002 "Paginas desde Lombardia" Castel de Benedormiens e castel d'Aro - Girona (ES) cat. a cura di di C. Rizzi, R. De Grada e C.P. Staudacker - Mantova "Kid's Us" Galleria Civica d'Arte Moderna - Trento cat. a cura di M. Sciaccaluga. Collettiva Galleria Mandelli - Seregno – MI 2004 Generazione anni 50 – Gazoldo degli Ippoliti – MN – Museo Civico “Bodini” Gemonio – VA – Museo a cura di C. Rizzi. Lasciateci divertire - Arezzo Palazzo Comunale a cura di M. Sciaccaluga Hannuka - Festa delle luci - Comunità ebraica - Casale Monferrato (Al) 2005 Interstate 60 Galleria Mariangela Calisti - Pavia a cura di Valerio Dehò 2006 Centenario CGIL - Fioriere di Palazzo Tè - Mantova a cura di Andrea B. Del Guercio - 2011 Nuovo Futurismo Casa di Depero - Rovereto a cura di R. Barilli.