Concetto Pozzati nasce in una famiglia di artisti a Vò Vecchio in provincia di Padova il 1 novembre 1935. Nel 1947, dopo la morte del padre si trasferisce a Bologna, città nella quale si stabilisce definitivamente. Ottenuto il diploma nel 1955 presso l’Istituto d’Arte di Bologna soggiorna a Parigi e lavora nell’atelier dello zio Severo Pozzati – in arte Sepo – avviando una formazione nel campo della grafica pubblicitaria. Negli anni seguenti frequenta la scuola serale di Pubblicità dell’Istituto d’Arte di Bologna e diventa assistente di Pirro Cuniberti. Nel biennio 1955-1957 esegue una serie di dipinti intitolati Testa, Muro bolognese e Segno in polvere, per i quali ottiene rilevanti premi nazionali (Premio Spoleto; Morgan’s Paint; Premio Giovani Artisti, Parma) e si presenta a collettive al Circolo di Cultura e alla Galleria La Loggia di Bologna. Nel 1958 tiene la sua prima personale alla Galleria La Scaletta di Bologna; espone poi a Roma e a Milano, città nelle quali entra in rapporto con gli ambienti artistici dell’epoca. Nel 1960 è tra gli invitati al VIII Quadriennale di Roma e alla mostra Possibilità di relazione, e fonda con Sepo la Scuola d’Arte Pubblicitaria a Bologna, che dedica al padre. Nel 1964 è presente alla Biennale di Venezia con il quadro Per una possibile modificazione – opera ben rappresentativa della sua ricerca artistica – e successivamente viene invitato ad esporre a Bruxelles da Edouard Jaguer. A partire dal 1968 vengono allestite le prime mostre antologiche della sua opera, tenute all’Istituto di Storia dell’Arte all’Università di Parma (1968), al Palazzo Grassi di Venezia (1974) e al Palazzo delle Esposizioni di Roma (1976). Contemporaneamente è docente all’Accademia di Belle Arti di Urbino – di cui sarà direttore fino al 1973. Insegna inoltre all’Accademia di Firenze e, dal 1976 al 2003 è titolare a Bologna. Nel frattempo continua la sua ricerca e dopo le opere emblematiche En plein air e Il suicidio di Grosz articola il proprio lavoro attorno alle serie Fuori dalla porta, Ellade, Enigma dell’acqua, Fiori neri e Impossibile paesaggio. Nel 1977, insieme ad Accardi, Capello, Colombo, Rotella, Tadini, Turcato, fonda la cooperativa d’arte Cooperante, con il quale prosegue la sua attività di organizzatore di mostre che aveva iniziato negli anni Cinquanta. È stato curatore di numerose esposizioni tra le quali si ricordano quelle di Fontana, Baj e Manzoni (1957), Schifano, Lo Savio, Angeli, Festa, Uncini (1960), le collettive Anni Ottanta (1985), Paesaggio & Paesaggio (1985) e la rassegna itinerante 1960-1980 Aspekte der Italianischen Kunst (1986).

Nel 1984 cura per la Galleria d’Arte Moderna di Bologna una campagna d’acquisizioni che le frutta opere di Accardi, Ontani, Merz, Spagnulo, Uncini, Schifano, Ceroli. Nel ‘91 Palazzo Forti di Verona gli dedica un’antologica curata da Giorgio Cortenova, con un catalogo che riproduce oltre 100 opere. Dal 1993 al 1996 è assessore alla Cultura del Comune di Bologna. Nel 1998 e’ stato direttore artistico della Casa del Mantegna di Mantova ma nella sua lunga carriera ha avuto numerosi incarichi da Musei italiani e stranieri per allestire rassegne d’arte contemporanea italiana e straniera, in collaborazione con altri pittori e critici e partecipando a diversi comitati scientifici. Nel 2001 è stato inaugurato un suo mosaico di circa 20 metri lineari all’interno della Metropolitana di Roma. Pozzati è uno dei rari artisti maturati nel finire degli anni Cinquanta (all’alba cioè della cultura industriale) che abbia accettato la sfida “tecnologica” senza venir meno alla specificità conoscitiva dell’artista, al taglio critico dello sguardo, alla sensibilità di quella e alla qualità evocativa di questo. L’utilizzo dei materiali più diversi nell’opera di Pozzati, spesso nel prediletto impiego del “collage”, offre una sempre rinnovata immagine nel tema del narrativo. Si definisce un rapinatore di immagini, ma riconosce con sottile ironia che la pittura è sempre e per tutti discorso sulla storia della pittura stessa e che tutti vivono dentro una lingua “comune”, che alla fine rende comprensibili le opere.

Le sue opere sono state esposte in numerose occasioni sia a livello nazionale che internazionale come la Biennale di Venezia (1964; 1972; 1982; 2007; 2009; 2013), la Quadriennale di Roma (1959; 1965; 1973; 1974; 1986), la Biennale di San Paolo (1963; 1964), la Biennale di Tokyo (1963), la Biennale di Parigi (1969), Dokumenta di Kassel (1964.) Inoltre si ricordano le personali tenute a Düsseldorf, Belgrado, Zagabria, Graz, Lubiana, New York, Friburgo, Johannesburg, Bremen, Parigi, Basilea, Bruxelles, Amsterdam, Tokyo, Francoforte, Valencia, Montecarlo, Berlino, Madrid, il Cairo. Relativamente al suo lavoro nell’ambito dell’arte grafica si segnala la mostra antologica del 1992. Ha realizzato opere per il volume collettivo Gli incontri della quercia (Milano, Edizioni della Quercia, 1966); e per i libri illustrati di Roberto Sanesi Lassù sulle montagne… (Milano, Motta, 1972) e L’anatomia della bellezza (Milano, Cerastico, 1974).

Pozzati si è spento a Bologna il 1º agosto 2017 all’età di 81 anni.

Il suo rapporto con la Galleria Centro Steccata inizia nel lontano 1968 (anno della sua prima mostra antologica a Palazzo della Pilotta di Parma) ed è proseguito sino al 2016 quando è stata realizzata la mostra “E’ SEMPRE PITTURA”, antologica delle sue opere dagli anni 60 al 2015.

Prezzo:
-
AFRO (1)Agostino BONALUMI (1)Agostino FERRARI (1)Alberto BIASI (1)Alberto MAGNELLI (1)Aldo SPOLDI (1)Aleandro RONCARA' (1)Alfredo CHIGHINE (1)Alighiero BOETTI (1)Antonella MAZZONI (1)Antonio Ligabue (1)Antonio Michelangelo FAGGIANO (1)Arnaldo POMODORO (1)Arturo VERMI (1)Atanasio SOLDATI (1)Battista LURASCHI (1)Bruno BENUZZI (1)Bruno CASSINARI (1)Bruno MUNARI (1)Camille BRYEN (1)Camillian DEMETRESCU (1)Carlo BONFA' (1)Carlo MATTIOLI (1)Concetto POZZATI (1)Corrado BONOMI (1)Cristina RONCATI (1)Dario BREVI (1)Emilio GRECO (1)Enrico BARBERA (1)Enzo ESPOSITO (1)Ettore SORDINI (1)Felice LEVINI (1)Fernandez ARMAN (1)Francesco DE MOLFETTA (1)Franco ANGELI (1)Franco FRANCESE (1)Franco GENTILINI (1)Gastone BIGGI (1)Giacomo BALLA (1)Giancarlo BARGONI (1)Gianfranco FERRONI (1)Gianni CELLA (1)Gianni DOVA (1)Gianni PEDULLA' (1)Gino MELONI (1)Giorgio CHIESI (1)Giorgio DE CHIRICO (1)Giorgio LAVERI (1)Giusepe DEL FRANCO (1)Goliardo PADOVA (1)Graham SUTHERLAND (1)Hans HARTUNG (1)Hans RICHTER (1)Henry MOORE (1)Jean LEPPIEN (1)Joan MIRO' (1)Karel APPEL (1)Keith HARING (1)Luca ALINARI (1)Luciano BARTOLINI (1)Lucio FONTANA (1)Luigi GROSSO (1)Lutz BROCKHAUS (1)Marcello JORI (1)Marco LODOLA (1)Marino MARINI (1)Mario CEROLI (1)Mario DELUIGI (1)Mario NANNI (1)Mario SCHIFANO (1)Maryan S. MARYAN (1)Mastaka KUBOTA (1)Mattia MORENI (1)Max ERNST (1)Michele CASCELLA (1)Mino MACCARI (1)Oskar KOKOSCHKA (1)PLUMCAKE (1)Pablo PICASSO (1)Paolo BENEFORTI (1)Patrick MOYA (1)Piero DORAZIO (1)Piero RUGGERI (1)Pietro ALBERTO (1)Pietro CASCELLA (1)Pietro GHIZZARDI (1)Renato GUTTUSO (1)Roberto CRIPPA (1)Roberto ORLANDI (1)Salvador DALI' (1)Salvatore FIUME (1)Sandro CHIA (1)Sandro MARTINI (1)Sebastian MATTA (1)Sergio FERMARIELLO (1)Silvano DE PIETRI (1)Ugo LA PIETRA (1)Virgilio GUIDI (1)Vittorio D'Augusta (1)Vittorio MESSINA (1)Vittorio VALENTE (1)WAL (1)Walter VALENTINI (1)